Sua Santità Papa-Principe Rutherfordo I è il Catholicos Gallo-Russo-Bizantino, Metropolita di Aquileia, e Sommo Pontefice della Chiesa Romana Imperiale. È un affermato dirigente, educatore, ed ecclesiastico con più di un quarto di secolo di esperienza diplomatica e dirigenziale internazionale. L'Arcivescovo si concentra sul potenziamento degli altri per costruire collaborazioni trasformative e migliorare la qualità della vita. Il Papa-Principe è il 266° nella successione di San Pietro Apostolo come Principe dei Romani, 74° Granduca di Rutenia, il 142° nella successione gallicano-antiochena di San Pietro, il 169° nella successione greco-russa di Sant'Andrea il Primo Chiamato, e il 116° nella successione siro-antiochena di San Tommaso Apostolo.

  In qualità di amministratore delegato esperto e di ecclesiastico compassionevole, Sua Santità è noto per il suo approccio positivo, orientato alle metriche e incentrato sulle persone, che porta la squadra a superare le aspettative, e per la sua capacità personale unica di costruire relazioni con i donatori. Ad esempio, ha regolarmente creato e guidato gruppi di lavoro che hanno fornito all'Assemblea Generale e al Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite consulenze politiche di esperti su alcune delle più urgenti questioni umanitarie, economiche, di sostenibilità, e sociali che il mondo si trova ad affrontare oggi. Ha anche partecipato come osservatore a un vertice del G20.

  Nel suo servizio agli altri, il Papa-Principe continua a dare priorità all'autentica diversità, all'equità, e all'inclusione, promuovendo un senso di appartenenza per tutti. Caratterialmente versatile, ha esperienza in ambito governativo, diplomatico, e accademico, trasformando le sfide in opportunità.

  L'approccio di Pp. Rutherfordo si adatta alle circostanze e alle esigenze dell'organizzazione e degli altri per ottenere la massima efficacia della squadra e un beneficio ottimale per le parti interessate. La sua direzione ha portato diverse organizzazioni alla ribalta mondiale. Come educatore, lavora per tirare fuori il meglio dai suoi studenti, preparandoli al successo al di là della classe.


La Chiesa Romana Imperiale serve le persone in tutto il mondo,
indipendentemente dalla razza, dalla nazionalità o dall'affiliazione religiosa.

  La sua formazione e i suoi studi includono diplomi conseguiti presso la Scuola di Estensione dell'Università di Harvard, il Georgia Institute of Technology, e il Collegio d’Agricoltura dell'Università del Kentucky, nonché presso il Pontificio Collegio Georgiano, il principale seminario della Chiesa Romana Imperiale. Avendo vissuto e lavorato in giro per il mondo, mantiene una visione globale e un'attenzione umana.

  Popolare oratore, consulente, e autore internazionale, gli interessi di ricerca accademica di Sua Santità includono la sostenibilità ambientale e sociale, l'economia comportamentale, e l'economia della cultura e della religione. Il Papa-Principe è un alpinista d'alta montagna in pensione ed è un marinaio qualificato con ulteriori certificazioni in navigazione e salvataggio marittimo.

PAGINA PRIMA


Il Papa-Principe in abito ordinario coll'insignia
degli ordini cavallereschi dello Stato Pontificio Imperiale
di Roma-Rutenia moderno.


Il Papa-Principe e la Granduchessa di Roma-Rutenia


Equitazione, Alpinismo d'alta quota, e Vela


In Byzantium


In una divisa tropicale della Pontificia Guardia Walsinghamese.


Il Papa-Principe in abito corale pontificio.


STATO PONTIFICIO IMPERIALE DI ROMA-RUTENIA
CATHOLICOSATO GALLO-RUSSO-BIZANTINO - CHIESA ROMANA IMPERIALE
 - LA FEDE CRISTIANA ORTODOSSA PONTIFICIA VETERO CATTOLICA -


Sito ufficiale di Papa Rutherford (Cardinale Johnson-Ivrea-Italia-Barcellona),
Principe dei Romani e Granduca di Rutenia, Gallo-Russo-Bizantino Catholicos
Tutti i contenuti © Copyright 2008-2022. Tutti i diritti riservati.
Sito fornito in italiano, russo, ed inglese internazionale.

Lo Stato Pontificio Imperiale di Roma-Rutenia è una sovranità ecclesiastica di diritto romano, in quanto erede dell'Impero Romano, con un governo indipendente e con uno status consultivo speciale presso il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite (come Chiesa Romano Cattolica di Rito Anglicano). Inoltre, la Chiesa è di fede pontificia ortodossa vetero-cattolica e discende dalla sede di Utrecht, alla quale fu concessa l'autonomia nel 1145 da Papa Eugenio III e confermata nel 1520 da Papa San Leone X nella Bolla Debitum Pastoralis. In quanto unico successore di Papa Leone X e successore temporale di San Pietro Apostolo, il Cattolicato e il Patriarcato sono pienamente cattolici e detengono la stessa autorità canonica della Comunione Romana (Vaticano). Il Cattolicesimo e il Patriarcato sono i successori ecclesiastici della Roma temporale, il patrimonio temporale dell'Impero Romano rivendicato storicamente per diritto del papato. La successione è passata al Cattolicato dopo Benedetto XVI per diritto di Roma e Firenze, con il Papa-Catholicos di Roma-Rutenia con autorità papale come successore temporale di San Pietro, e il Papa-Vescovo di Roma come successore spirituale di San Pietro e sovrano de facto della Città-Stato del Vaticano. Sebbene amministrativamente indipendente, la Sede Apostolica abbraccia come fratelli altri organismi cattolici, ortodossi e anglicani, come l'attuale Comunione Romana (comunemente indicata come Chiesa Cattolica Romana), l'Ordinariato Anglicano, le Chiese Ortodosse Orientali e la Comunione Anglicana. La Chiesa romana imperiale è definita come il cattolicesimo gallo-russo-bizantino, il patriarcato anglicano di Roma e le chiese di tutti i vescovi riconosciuti dal cattolicesimo. I governi delle repubbliche moderne di Italia, Germania, Francia, Svizzera, Russia, Bielorussia, Ucraina e Stati Uniti, e dei regni moderni di Gran Bretagna e Spagna, così come l'Unione Europea e tutti gli altri Stati civili, non sono affiliati al governo dello Stato Pontificio in esilio.